Leggi, Scarica E Guarda

Leggi, Scarica E Guarda

READYBOOST SCARICARE

Posted on Author Voodoojora Posted in Rete


    scaricare ReadyBoost Download, scaricare ReadyBoost, download scaricare ReadyBoost gratuitamente, scaricare scaricare ReadyBoost per il download del. Velocizza il computer con ReadyBoost, funzionalità di Windows che permette di migliorare le prestazioni del PC con chiavette USB o dispositivi simili. ReadyBoost è una tecnologia Microsoft introdotta prima in Windows Vista, migliorata in Windows 7 e presente anche in Windows 8 e Windows. Introdotta in Windows Vista e migliorata in Windows 7 e Windows 8, ReadyBoost è una funzionalità che rende il computer più veloce e reattivo semplicemente.

    Nome: readyboost
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 59.24 MB

    Con Windows Vista ha debuttato anche ReadyBoost, una tecnologia che si propone di velocizzare le prestazioni del sistema in uso impiegando memorie di tipo flash come dispositivi USB 2. ReadyBoost, una volta attivata, si prefigge come obiettivo quello di estendere virtualmente il quantitativo di RAM a disposizione. ReadyBoost funge da supporto per SuperFetch estendendone le possibilità.

    Dal momento che oggi un sempre maggior numero di dispositivi USB 2. Velocità di trasferimento e tempi di accesso molto contenuti delle unità di memorizzazione USB 2. Secondo quanto suggerito da Matt Ayers, uno degli autori di ReadyBoost, è ragionevole ricorrere ad un'unità USB che abbia una capienza pari al quantitativo di memoria RAM installato sul personal computer oppure sino a 2,5 volte superiore a quest'ultimo.

    In questo caso, dovrete prima collegare il dispositivo. Si aprirà una finestra. Collegate il dispositivo di massa. Il programma cercherà tale dispositivo.

    A sinistra, cliccate sul vostro dispositivo di massa nel mio caso, la SD. Poi utilizzate il cursore per creare per dare la grandezza del file di cache.

    Io vi consiglio di dare, come minimo, una grandezza che sia la metà della capienza totale del dispositivo. Ad esempio, il mio dispositivo è di 8 Gb; quindi ho riservato 4 Gb per il file di cache. Nulla vi vieta, poi, di alloggiare nel dispositivo i vostri dati! Si aprirà la finestra del programma. Per riattivare la caching, collegate il dispositivo al PC.

    ReadyBoost

    Se per caso non volete più usare il programma o volete liberare spazio sulla vostra pendrive o SD, eseguite il passo 1 del paragrafo precedente. Stai commentando usando il tuo account WordPress. Stai commentando usando il tuo account Google. Stai commentando usando il tuo account Twitter. Stai commentando usando il tuo account Facebook. Notificami nuovi commenti via e-mail.

    Velocizzare Il Computer Con ReadyBoost

    Notificami nuovi post via e-mail. Questa procedura è molto simile a Windows XP. Troverete pochissime differenze! Potete sceglierne 3: a.

    Share this: Twitter Facebook. Mi piace: Mi piace Caricamento Pubblicato in: Software Windows.

    Approfondimento:

    Rispondi Annulla risposta Scrivi qui il tuo commento Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:. E-mail obbligatorio L'indirizzo non verrà pubblicato. Nome obbligatorio. Sito web. Notificami nuovi commenti via e-mail Notificami nuovi post via e-mail. Archivi settembre luglio giugno marzo ottobre settembre agosto luglio giugno Mag aprile marzo febbraio gennaio dicembre novembre ottobre Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.

    L'idea alla base della tecnologia ReadyBoost è dunque di sfruttare i ridotti tempi di accesso dei flash drive più moderni spesso molto inferiori a 1 millisecondo per velocizzare queste operazioni, molto comuni all'avvio dei programmi, al caricamento di files di uso frequente ed ancora di più all'avvio del sistema boot. La tecnologia ReadyBoost, per quantitativi di dati non troppo elevati e sparsi sul disco, consente di soddisfare le richieste di lettura non sequenziale in tempi molto più bassi rispetto a quelli ottenibili con un hard disk tradizionale.

    La differenza nei tempi di risposta tra un sistema a dischi tradizionali ed uno con tecnologia ReadyBoost è ancora più evidente nel caso di dischi con regimi di rotazione inferiori, tipici dei PC più obsoleti oppure dei computer portatili in cui un basso regime di rotazione del disco consente minori consumi e maggiore autonomia.

    In questo caso, nonostante il transfer rate continuato di una comune chiavetta USB 2. Nei computer portatili inoltre queste tecnologie di caching consentiranno di ridurre il numero di accessi totali al disco permettendo ai dischi di fermarsi più spesso incrementando ulteriormente l'efficienza nell'uso delle batterie. Vista poi l'assenza di parti meccaniche in movimento all'interno delle memorie Flash, l'utilizzo di queste tecniche consente di ridurre notevolmente anche il rumore totale prodotto tipicamente dalle testine degli hard disk.

    Le prestazioni ottenute utilizzando memorie NAND flash per il caching dei dischi nella forma delle tecnologie Intel's Turbo Memory sono peraltro già state evidenziate da numerosi altri produttori di computer e dispositivi informatici [8].

    Alcune caratteristiche di Windows Vista si affidano a ReadyBoost per funzionare e non riusciranno ad avviarsi se il service ReadyBoost sarà fermato o sospeso.

    Una memoria flash ha un numero limitato di scritture che possono essere effettuate su di essa. ReadyBoost potrebbe in effetti usurare più facilmente la memoria flash utilizzata come cache, tuttavia questa eventualità dovrebbe richiedere molto tempo e dipende certamente dalle condizioni di utilizzo.

    Per velocizzare ulteriormente le letture casuali dal sottosistema disco esistono in commercio anche altre soluzioni rivolte generalmente ad un'utenza professionale. Un esempio di queste possono essere le memorie a stato solido.

    Con costi variabili fra i e i Windows XP non supporta nativamente ReadyBoost. Il programma sfrutta fino a quattro diverse unità di archiviazione esterne. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

    URL consultato il 31 gennaio


    Articoli popolari: