Leggi, Scarica E Guarda

Leggi, Scarica E Guarda

SCARICA SONIC YOUTH

Posted on Author JoJosar Posted in Multimedia


    SONIC YOUTH + FANTÔMAS Line-up Sonic Youth: Thurston Moore – guitar Scarica le foto ad alta risoluzione di Sonic Youth Kb. Ecco in free download l'interessante tributo che 14 band brasiliane hanno realizzato in onore della musica dei Sonic safeguardproject.info compilation è. laFeltrinelli. safeguardproject.info S.p.A.. Scarica subito la nostra APP. Scarica · NEGOZI ED EVENTI Sonic Youth. Subito Disponibile. € 15, € 19, laFeltrinelli. safeguardproject.info S.p.A.. Scarica subito la nostra APP. Scarica Sonic Youth. Subito Disponibile. € 54, Live in Austin, Tx 26 Nov Sonic Youth.

    Nome: sonic youth
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 19.53 Megabytes

    Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs gmail. Visualizza Anteprima di stampa Nascondi immagini Mostra solo il testo della canzone Cerca altre canzoni dello stesso autore altre canzoni nella stessa lingua Canzoni collegate Video su YouTube Cerca su Google Lyrics Translate Discogs MusicBrainz Login amministratori.

    Lingua: Inglese. Guarda il video. CCG Antifà: Antifascismo militante.

    I driver di periferica a 32 bit esistenti non funzionano correttamente…. Regia di Alessandro Siani.

    È proprio lui a suggerire a Letizia la strategia giusta per innamorare il cuore…. Scrivi un commento Annulla risposta Devi essere connesso per inviare un commento.

    In base al termine ricercato questi….

    Questo sito contribuisce alla audience di. Altri accorgimenti utili Altri accorgimenti utili, che dovrebbero consentirti di velocizzare eMule…. Iscriviti a Post Atom.

    Alexa Actionable Analytics for the Web. Another can of worms another stomach turns yeah your ghetto burns it's the song i hate it's the song i hate you got a stupid man you got a ku klux klan your funky battleplan it's the song i hate it's the song i hate a sieg heil-in' squirt you're an impotent jerk yeah a fascist twerp it's the song i hate it's the song i hate black robe and swill i believe Anita Hill judge will rot in hell it's the song i hate it's the song i hate yeah a cross on fire by a christian liar a black attack at fire it's the song i hate it's the song i hate yeah the president sucks he's a war pig fuck his shit is out of luck it's the song i hate it's the song i hate another nazi attack skinhead is cracked my blood is black it's the song i hate it's the song i hate we're banging pots and pans to make you understand we gotta bury you man it's the song i hate it's the song i hate i'm a human wreck redneck in check i killed the teacher's pet it's the song i hate it's the song i hate.

    Links Link per condivisione Link interno. Non è finita a Piazzale Loreto Fausto Amodei. Anti-Orgasm Sonic Youth. Fascisti su Marte Corrado Guzzanti. L'esito di questo progressivo contrasto cromatico tra corpi e respiri strumentali è una sorta di rumore dell'estasi. Un assordante magma free-jazz , una multiformità memorabile ove convivono istinto primitivo e rigore formale. L'album è un'esplosione tonale di grande forza espressiva, un sussulto di lancinante ossessività ed esasperazione cromatica, la cui ipertermia plagia superfici, fonde linee e volumi che, dagli originari spazi solisti, si protendono verso nuove ipotesi formali e mutati valori plastici.

    Dopo una parentesi di tre anni, dedicata per lo più all'esplorazione del loro lato più sperimentale, riservato alle uscite per SYR, i Sonic Youth licenziano un nuovo lavoro, The Eternal , che vede la band confrontarsi ancora una volta con il proprio suono consolidato e con la ricerca di un approccio più ruvido e diretto, capace di rinverdire i fasti degli album pubblicati tra la seconda metà degli anni 80 e i primi anni Il marchio di fabbrica della band è ancora chiaramente distinguibile nell'aspra immediatezza dell'iniziale "Sacred Trickster", nell'insistenza ritmica di "What We Know" o nello smussato nervosismo elettrico di "Thunderclap For Bobby Pyn" e "Walkin Blue", ben poco efficaci risultano i passaggi in cui tornano a prevalere destrutturazioni alternate a recuperi melodici e trame dissonanti dall'estetica post-punk ormai poco credibile.

    Desta una certa malinconia riscontrare come Kim Gordon cerchi di tener fede all'antico ruolo di icona erotica alternativa in un pezzo come "Anti-Orgasm" o constatare, soprattutto nella seconda parte dell'album, la rassicurante deriva da college-radio di canzoni non certo mal costruite, ma in fondo prive di mordente.

    Ma la stanchezza traspare inesorabile, anche sotto retorici gridolini tardo-adolescenziali e ordinari giochi a incastro di dissonanze e distorsioni, rendendo The Eternal album dalla superficie tutto sommato piana, ciononostante di ascolto faticoso, soprattutto in ragione della sua prolissità, davvero eccessiva se rapportata all'esiguità del suo contenuto. Il ritorno alla serie SYR, con il suo nono capitolo, è rappresentato dalla colonna sonora Simon Werner A Disparu , realizzata per l'omonima pellicola del regista francese Fabrice Gobert.

    Nei bozzetti strumentali composti su misura a commento del film, il quartetto è in forma smagliante.

    Girl in a band

    Le solite chitarre taglienti, feedback graffianti e balletti pianistici insoliti e sinistri "Les Anges Au Piano", "Jean Baptiste a là Fenetre", "La Cabane Au Zodiac", "Jean Baptiste et Laetitia" si intrecciano a puntellare l'oscuro paesaggio di morte creato visivamente da Gobert, amplificando in maniera significativa il malessere e la suspence da esso suscitata.

    Dai violenti sperimentalismi rumoristici degli esordi alla "normalizzazione" verso un rock più melodico si fa per dire , è come trovarsi di fronte a un compendio dell'arte musicale di una delle band più influenti degli ultimi trent'anni, seppur privata - certo - di una delle sue componenti principali: la voce.

    Spinhead Sessions è pertanto considerabile un lavoro diretto più che altro ai maniaci completisti, anche se, in un momento di fermo a tempo indeterminato della band, potrebbe diventare interessante per molti, almeno per coloro che ritengano i Sonic Youth una delle formazioni più importanti e influenti degli ultimi quattro decenni.

    Il sogno di chi li ha amati in tutti questi anni è rivederli tutti assieme su un palco. Una conversazione sui Sonic Youth con il critico Eddy Cilia.

    Death Valley 69 videoclip, dall'Ep Death Valley 69 , Shadow Of A Doubt videoclip da Evol , Schizophrenia live, da Sister , Teenage Riot live da Daydream Nation , Candle videoclip da Daydream Nation , Silver Rocket live da Daydream Nation , Kool Thing videoclip da Goo , Sugar Kane videoclip, Superstar videoclip, split-single, Sunday live al David Letterman Show, The Empty Page videoclip da Murray Street , Reena videoclip da Rather Ripped , Sonic Youth Una nazione alternativa di AA.

    Più di ogni altra band, hanno segnato lo sviluppo del rock alternativo americano come lo conosciamo oggi. Grunge, noise-rock, post-hardcore e gran parte dell'indie-rock anni 90 sono nati sulle loro fondamenta.

    Gli Album di Sonic Youth - CD album

    Oggi, da divi dell'immaginario underground , i Sonic Youth continuano la loro epopea. All'insegna di un rock chitarristico "totale", una sorta di monstrum indefinibile che incrocia le sintassi più disparate.

    I Sonic Youth i chitarristi e cantanti Thurston Moore e Lee Ranaldo, il batterista Steve Shelley e la cantante e bassista Kim Gordon sono stati la band che più di ogni altra ha segnato lo sviluppo del rock alternativo americano come lo conosciamo oggi, imponendosi anche a livello di immagine come la formazione alternative rock per eccellenza, fino a raggiungere, assieme alla notorietà mediatica, uno status di divi dell'immaginario alternativo.

    Grunge , noise-rock, post-hardcore e gran parte dell' indie-rock anni 90 devono la loro esistenza anche e soprattutto all'operato dei Sonic Youth, che hanno funto da catalizzatori nel processo di assimilazione dei linguaggi espressivi del rock e della musica d'avanguardia da parte della generazione di musicisti del dopo-punk. La loro portata rivoluzionaria si snoda lungo tre assi: il primo è quello già accennato, di sintesi di generi e sonorità lontane, quando non antitetiche.

    La musica dei quattro newyorkesi cinque dal ad oggi è in realtà un rock chitarristico "totale", una sorta di monstrum indefinibile che incrocia la sintassi del garage-rock, del punk, della no-wave, dell'hardcore, applicandole ora alla trance del rock psichedelico, ora al pop chitarristico più mansueto, ora a tessiture free-form o all' hard-rock.

    Intellettuali, ma grandi conoscitori del rock e appassionati di cultura pop, i Sonic Youth hanno fatto conoscere i Grateful Dead al popolo iconoclasta dell' hardcore e delle piccole etichette indipendenti, inglobando le suggestioni di trent'anni di pop music in una massa sonora che sapeva essere rabbiosa, nichilista, sognante, delicata, pesante, disturbante, paurosa e sensuale, a volte allo stesso tempo. Sono stati definiti "noise-rock" per l'abbondanza del rumore nelle loro composizioni, ma tante altre definizioni sarebbero perfette ma pur sempre limitative per inquadrare le tante facce della loro musica.

    Il secondo punto cardinale è quello prettamente tecnico: i Sonic Youth hanno cambiato il modo di concepire la chitarra elettrica, usandola in modo totale, cioè spingendosi oltre il suo utilizzo ortodosso. Sfruttando la lezione del compositore Glenn Branca, i chitarristi Moore e Ranaldo suonano lo strumento chitarra nella sua interezza, sfruttandone la componente fisica corpo, manico, elettronica tanto quanto quella melodica note, accordi, scale , arrivando a preparare le chitarre, modificarne l'elettronica, percuoterle con oggetti, cimentarsi in droning e feedback , o - nelle parti melodiche - sperimentare accordature atipiche.

    La stragrande maggioranza delle loro canzoni è costituita da poche note e semplici accordi, ma suonati con accordature inusuali che contribuiscono anche grazie a un uso preponderante dell'effettistica a generare quel suono storto, sgangherato e liquefatto che hanno perfezionato nel corso degli anni. Per finire, fondamentale è stato l'apporto iconografico che hanno dato alla cultura underground , coi loro testi surreali e stranianti, il loro look giovanile e stravagante e la loro etica commerciale che ne ha fatto prima delle star indie specie Kim Gordon, ormai vera icona "femminista" del rock , poi dei veri e propri mecenati, sempre alla ricerca di giovani band e nuove realtà alternative da promuovere, come è successo agli italiani My Cat Is An Alien scoperti da Thurston Moore.

    Tutto questo è stato il presupposto di una rivoluzione seminata negli anni Ottanta ed esplosa il decennio successivo con una serie di band più o meno debitrici Nirvana , Unwound, Pavement , Fugazi , Polvo i più significativi che seguendo la pista dei maestri hanno reso grande l' indie-rock americano.

    Quest'ultima gli permette di conoscere Lee Ranaldo, chitarrista dell'entourage di Glenn Branca , in occasione del Noise Fest, un festival no-wave organizzato proprio da Moore, in cui suona per la prima volta dal vivo con gli Arcadians, band che comprende lui e la sua ragazza e futura moglie Kim Gordon.

    Una volta rimediato un batterista, il gruppo viene rinominato in "Sonic Youth". Il primo vagito dei Sonic Youth viene registrato per la Neutral di Glenn Branca e inciso con una formazione provvisoria alla batteria Richard Edson, futuro attore cinematografico e televisivo.

    Sonic Youth è un mini-Lp coraggioso, che riflette un certo modo di sentire la musica, figlio del post-punk meno ortodosso, dell'avanguardia e della no-wave. Il disco è un piccolo manuale sull'uso improprio o alternativo, se vogliamo della strumentazionerock.

    E quel barrito dissonante?

    Artisti simili

    Il primo è il rumore di una chitarra suonata con due bacchette, prima sfregate tra di loro sulle corde, poi usate come strumento di percussione con cui Moore colpisce il corpo della chitarra; il secondo viene da Ecco che con strumenti preparati i quattro riescono a confezionare un brano rock ritmico e con un certo appeal melodico, sebbene non venga suonata basso a parte nemmeno una nota.

    Gli altri pezzi sono meno radicali ma ognuno propone idee valide e personali: "I Dreamed I Dream" si trascina spinta da due chitarre ripetitive e tintinnanti, "She's Not Alone" rincara con un groove tribale e l'uso della chitarra ridotto a pura funzione ritmica, "The Good And The Bad" addirittura dà propulsione al noise martellante con un ritmo funk à-la Killing Joke prima maniera.

    Nel dopo un piccolo cambio di formazione Jim Sclavunous e Bob Bert sostituiscono Edson alla batteria vede la luce il loro primo album Confusion Is Sex , sempre su Neutral.

    Il disco fa propri i canoni orrorifici della no-wave rumore metallico, percussività ossessiva, squilibrio psichico, apocalisse metropolitana , combinandoli alla perfezione in una sequenza di brani eccezionali in quanto a forza espressiva ed elaborazione sonora. La vera rivoluzione sta nell'impianto chitarristico: il suono e lo stile di Moore e Ranaldo si distinguono subito da quelli degli altri no-waver per le loro tessiture ordinate, a volte al limite della trance psichedelica, mentre Kim Gordon suona giri di basso elementari e ripetitivi, decantando l'alienazione e l'ansia metropolitana con la sua voce gelida.

    Da qui in poi comincia la discesa nei meandri più malsani di quel mostro chiamato metropoli: un susseguirsi di brani freddi e atonali in cui aleggiano gli spettri e gli incubi di relitti umani. La lunga nenia di "Protect Me You" e il delirio di "Shaking Hell" il brano più prettamente no-wave sono esempi perfetti della poetica del gruppo: ansia, paura, ossessione per il caos e la perdita di lucidità.

    La psicotica "Confusion Is Next" è uno degli apici del disco: il basso pulsa inarrestabile, mentre il clangore distorto e cacofonico delle chitarre fa da sfondo a frasi ripetute quasi per inerzia da Moore, fino al finale quasi hardcore ; nemmeno i baccanali dei Velvet Underground e il rumore sinfonico di Branca erano arrivati a dipingere scenari di completa pazzia come questi.

    Ma la confusione è anche sesso. Sesso come piacere estremo, violento, simulato dalle sventagliate assordanti di Ranaldo che pone il suo sigillo al disco con la splendida "Lee Is Free" , e dal battito meccanico di "The World Looks Red", surreale nel suo essere ballabile nonostante i rumori anormali prodotti dalle chitarre.

    Confusion Is Sex è tuttora uno dei dischi più estremi e violenti mai registrati - al punto da essere il preferito di molti fan del gruppo - e mette in luce le numerose idee brillanti dei primi Sonic Youth, che già all'esordio sfoggiavano una capacità di gestire la massa sonora praticamente sconosciuta a qualsiasi altrabandalternativa del periodo.

    Successivo di qualche mese, l'Ep Kill Yr Idols - inizialmente pubblicato solo in Germania dalla Zensor "quando a nessuno sembrava importare di pubblicare un nostro disco" - oltre a ripescare "Protect Me You" e una versione infuocata dal vivo di "Shaking Hell", presenta tre inediti: l' art punk in crescendo, come dei Birthday Party sulle rive dello Hudson, della title track ; il cerchio di fuoco del cerimoniale di "Brother James" e la sibillina "Early Americans".

    Nel , reduci da un disastroso tour in quel di Londra, i Sonic Youth tengono una serie di esaltanti concerti a New York. Nel frattempo, dopo il matrimonio tra Kim e Thurston, la band entra nei Before Christ Studios di Brooklyn dove, tra settembre e dicembre, registra, con Bob Bert di nuovo dietro le pelli e il supporto tecnico di Martin Bisi e John Erskine, il materiale che convoglierà in Bad Moon Rising , opera seconda che, già nel titolo che ricalca quello di una canzone anti-bellica dei Creedence Clearwater Revival , pubblicata nel sull'album "Green River" , esprime una visione fosca e claustrofobica dello stato delle cose negli States assediati dalla Reaganomics.

    Mediante un flusso di coscienza lisergico senza soluzione di continuità, infatti, i brani scivolano uno dentro l'altro , Bad Moon Rising attiva una percezione sconfinata, elevando i temi della follia e della morte a cardini di un disegno lirico in cui le stesse diventano nient'altro che una via di fuga verso una libertà fatta di visioni ancestrali, di estasi sibilline, di corse a perdifiato attraverso deserti che si estendono a perdita d'occhio, fino al limite massimo del mondo, fino al baratro ultimo della ragione.

    Viene, insomma, superata, dopo averla digerita, la tensione apocalittica e "negativa" del disco precedente, per imboccare la strada di una psichedelia rumorista contaminata dal nervo scoperto di un misticismo sovversivo e intimamente terreno.

    Brucia, dunque, la testa di zucca dello spauracchio che si staglia contro un orizzonte dai colori smorzati, mentre i grattacieli della Grande Mela, nel contrasto di luci e ombre, nascondono marciume e degrado, amore e disperazione, litanie inascoltate di esseri derelitti circondati dal via vai di altri esseri, anch'essi reietti, ma senza nessuna consapevolezza.

    Corde di cristallo, arpeggiate come in trance , scivolano, dunque, verso panoramiche tridimensionali di ebbra nostalgia: il cuore nello stomaco, a pompare sangue che non riverserai altrove, trattenendolo nelle viscere come una memoria che solo durante notti insonni disseppellirai come un'arma contro l'estinguersi, lento e inesorabile, della tua fiamma "Intro".

    Una società che pone distanze, lasciando che la menzogna diventi norma " Tutto è contagiato, infetto, talmente confuso che le differenze svaniscono, per dare spazio a una babele divina dove, tra le altre cose, gli amici sono solo "ragazze chiuse in corpi di ragazzi".

    Aperta da una rivisitazione very lo-fi e disorientante di " Not Right " degli Stooges , "I Love Her All The Time" è dapprima dichiarazione d'amore sotto forma di letargico ardore, poi sublime, infernale orgia tribale, disinnescata da una delle distorsioni più traumatizzanti di sempre: chitarre che prendono letteralmente fuoco, stuprate con bacchette e accordate nei modi più assurdi.

    A questi Sonic Youth non interessa soffermarsi sull'atto compositivo, quanto, piuttosto, tradurre in suoni, con ogni mezzo possibile, determinate alterazioni della coscienza. Poi, nella notte, un treno che si fa strada, abbagliando con le sue luci diamantine. Concettualmente, il disco si chiude con la figura depressa di chitarra che muove la sua agonia oltre il cerchio caotico di "Justice Is Might".

    Ma da un punto di vista "lirico", la furente discesa negli inferi di "Death Valley '69" ispirata ai massacri della "famiglia" Manson e forte della partecipazione vocale di Lydia Lunch ne rappresenta la risoluzione effettiva, con i suoi sovratoni allucinati, il clima orrorifico, la sua galoppata sfrenata attraverso canyon e foreste, fiumi e montagne di un'America illuminata da fuochi d'artificio al napalm. Dopo la sbornia visionaria della "luna cattiva" e l'arrivo del batterista Steve Shelley, proveniente dai punker s Crucifucks, arriva la chiamata del chitarrista dei Black Flag , Greg Ginn, che mette la band sotto contratto per la sua SST, etichetta per per la quale, nel maggio , esce Evol , da molti considerato come il vero capolavoro della band.

    Evol rappresenta uno snodo essenziale nell'ambito dell'evoluzione sonora del quartetto. L'oscurità malsana che avvolgeva il disco precedente viene qui sostituita da chiaroscuri finanche romantici, anche se a trionfare è pur sempre il turbamento sonico.

    Se, dunque, il primo minuto di "Tom Violence" con quell'incedere epico e indolente fa pensare a una normalizzazione in atto, i restanti due ci trascinano in un'oscura mareggiata di rumorismi fibrillanti che bruciano come tizzoni ardenti in un letto di ghiaccio.

    La violenza è "un sogno", sentenzia Moore. Il sogno, insomma, come alveo dentro cui la musica torna, continuamente, per rigenerarsi.


    Articoli popolari: