Leggi, Scarica E Guarda

Leggi, Scarica E Guarda

SCARICA BAGLIORE NEO GAS RAREFATTI

Posted on Author Juzragore Posted in Multimedia


    I fenomeni connessi con lo scarica di elettricità attraverso i gas rarefatti furono è la tensione di scarica in aria e nei gas, e come avviene la scarica nei gas alle potete leggere il mio articolo Esperimenti sulla scarica a bagliore in un gas. Tubo rettilineo a scarica nei gas. Nell`inventario D del col n° è descritto come “tubo universale per esperienze con scariche nei gas rarefatti”. il bagliore negativo circonda il catodo e il vetro del tubo mostra una. Per osservare il fenomeno della scarica elettrica in un gas, lo si racchiude in un tubo trasparente, fissando in tal modo il tipo di gas (o miscela di gas) e la. Scarica elettrica nei gas rarefatti. L'aria ed positiva scompare e rimane solo il bagliore negativo per scomparire a partire dalla pressione di circa 0, mbar.

    Nome: bagliore neo gas rarefatti
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 55.37 Megabytes

    Scarica elettrica nei gas rarefatti L'aria ed i gas in condizioni normali di pressione atmosferica sono pessimi conduttori di corrente elettrica. Quando la pressione scende sotto i 50 mbar la conduzione nel tubo diviene più facile che a alla pressione atmosferica, per cui i gas rarefatti cominciano a condurre corrente elettrica emettendo luce.

    Il tubo é attraversato da un flusso di elettroni emessi dal catodo ed in rapido movimento verso l'anodo mentre gli ioni positivi generati dalle molecole di gas vengono accelerati verso l'elettrodo negativo catodo. Il tubo é in conduzione, e nel circuito che lo alimenta scorre una corrente elettrica.

    Tutti gli ioni hanno cariche positive unitarie o multiple e masse diverse a seconda della natura chimica dei gas dai quali provengono.

    È di questo tipo la s.

    Conducibilità elettrica dei gas

    Essa si presenta con caratteristiche molto diverse a seconda che il gas sia a pressione normale oppure rarefatto, e anche a seconda della forma dei due conduttori elettrodi della s.

    Se il gas è a pressione normale, la s.

    La scintilla, in aria, è generalmente di colore bianco-azzurrognolo e di brevissima durata, accompagnata da un secco e caratteristico rumore. Se la tensione tra gli elettrodi ritorna rapidamente, dopo una s.

    Se si mantiene invariata la tensione e si aumenta ancora la distanza tra gli elettrodi, la s. Notevolmente diversa si presenta la s.

    In questo caso, per studiare la s. Facendo decrescere progressivamente la pressione del gas, le scintille diventano via via a contorno meno netto sino a formare una specie di cordone luminoso fig. Diminuendo ancora la pressione, la colonna positiva fig.

    Scarica nei Gas rarefatti

    Abbassando la pressione al disotto di qualche decimo di millibar, la colonna positiva fig. In queste condizioni la scarica ha luogo perché il campo è sufficientemente intenso per mantenere ionizzato il gas anche senza l'intervento di agenti ionizzanti esterni. Generalmente la scarica nei gas viene studiata facendo uso di tubi a scarica, di dispositivi cioè nei quali sono compresi i due elettrodi tra i quali avviene la scarica e nei quali sono immessi, a pressione variabile, i gas che si vogliono studiare.

    Per pressioni estremamente basse si parla di scarica nei gas rarefatti. A pressioni inferiori la luminosità della scarica a bagliore si estende a buona parte della distanza fra gli elettrodi.

    Lungo la direzione della scarica dal catodo negativo all' anodo positivo si distinguono allora tre regioni: la regione di caduta catodica, la colonna positiva e la regione anodica. In prossimità del catodo intorno al quale si ha una piccola zona luminescente detta guaina catodica si ha moto di ioni positivi verso di esso; il loro urto sulla sua superficie produce emissione secondaria di elettroni che determinano un'elevata caduta di tensione in prossimità del catodo caduta catodica , ma che hanno bassa velocità e pertanto non hanno energia sufficiente per ionizzare il gas; la zona è quindi oscura spazio oscuro di Crookes o di Hittorf.

    Al termine di tale spazio oscuro si ha una zona luminescente luminescenza negativa , poi uno spazio oscuro detto di Faraday e infine la colonna positiva nella quale si ha ionizzazione e ricombinazione di ioni. La colonna positiva finisce sull'anodo, sulla cui superficie gli ioni positivi sono respinti, determinando un aumento del campo elettrico, quindi un'ulteriore accelerazione degli elettroni e conseguente maggiore eccitazione luminosa; la colonna positiva finisce con una zona luminosa chiamata luminescenza anodica.

    Talvolta lungo la colonna positiva si osservano striature, ossia alternanze di zone luminose e oscure, in particolare quando il gas contiene impurità; le striature possono essere fisse o mobili. Per correnti ancora più intense la scarica prende il nome di arco.

    Il fenomeno è dovuto alla ionizzazione degli strati d'aria attorno all'elettrodo o al conduttore, strati che diventano luminescenti e visibili di notte nel caso delle linee. L'analisi spettrale del rumore corona rivela la sovrapposizione di un'elevata componente alla frequenza doppia della frequenza della rete in Italia di 50 Hz , accompagnata da armoniche superiori, insieme a un rumore a banda larga, di livello per banda crescente con la frequenza.

    Un particolare tipo di scarica elettrica nei gas, per molti aspetti assimilabile alla scarica corona, è la scarica a effluvio, o effluvio, che si manifesta tra due conduttori a diverso potenziale, particolarmente quando uno di essi è appuntito. L'effluvio è generalmente visibile solo nella zona di spazio in cui il campo elettrico è più intenso.

    Media Non sono presenti media correlati Collegamenti.


    Articoli popolari: