Leggi, Scarica E Guarda

Leggi, Scarica E Guarda

GIOCO ISS PRO EVOLUTION KONAMI SCARICA

Posted on Author Faujinn Posted in Giochi


    L'aggiornamento v di PES per dispositivi mobili è stato pubblicato il 09​/04/ Inoltre, alcuni utenti ci hanno segnalato che Google Play non mostra sempre la dimensione corretta del file da scaricare. Le emozioni del gioco per console su dispositivo mobile Con eFootball PES KONAMISport. E' stato pubblicato sempre da Konami però si differenzia molto da international superstar soccer infatti ISS PRO EVOLUTION fu creato dal team. Playstation 1 - ISS Pro Evolution. di Konami. Piattaforma: PlayStation | squadre, ognuna con caratteristiche uniche durante il gioco; Include un Master League. Pro Evolution Soccer, spesso abbreviato con l'acronimo PES e conosciuto in Giappone come In verità il primo gioco di calcio targato Konami fu Konami Hyper Soccer, pubblicato nel per NES, ma non ha nessuna delle caratteristiche dei futuri ISS. Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile.

    Nome: gioco iss pro evolution konami
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file: 30.59 MB

    Un primo giudizio? Grafica Dopo una lunga serie di porting da PlayStation 2 dalla qualità altalenante il primo che mi viene in mente è quello di fattura pessima di ISS 3 i programmatori sembrano finalmente aver trovato un buon punto di arrivo: Pro Evolution Soccer 3, giocato ad alta risoluzione, è una meraviglia per gli occhi.

    Al di là delle pur discrete texture del campo e del pubblico, formato da manichini in due dimensioni con tre frame di animazione, sono i giocatori a farla da padrone sulla scena: i volti dettagliati ed assolutamente fedeli alle controparti reali e le animazioni di altissima qualità pongono PES3 già un gradino sopra al concorrente Fifa in termini di realismo e credibilità globale.

    La fluidità dei movimenti in alta risoluzione è eccezionale anche con un computer di fascia medio bassa Pentium 4 1,4ghz, GeForce 3 , nonostante questo si possono purtroppo notare alcuni vistosi difetti di trasposizione dovuti, con tutta probabilità, al fatto che la demo è tratta da una versione ancora in via di sviluppo.

    In occasione dei replay e di alcune animazioni di corredo, come ad esempio l'intervento dell'arbitro, PES3 rallenta vistosamente, tanto da rendere palese la non definitività della versione testata.

    Ma questo rallentamento non diminuisce per nulla il divertimento, in quanto la sensazione di realismo si accresce e la difficoltà di fare cose pregevoli è elevata al punto che si sarà già felici quando si eseguirà una buona apertura sulla fascia, mentre la soddisfazione andrà alle stelle per un colpo di testa o un diagonale che si insacca nella rete.

    Le sensazioni migliori che questo titolo sa dare rimangono comunque l'alto tasso di realismo, grazie al quale sembra sempre di giocare una partita vera e propria e la varietà e la complessità delle situazioni di gioco.

    La prima cosa che salta agli occhi è la pessima qualità della localizzazione: errori di traduzione sono sempre dietro l'angolo, e anche se spesso non sono clamorosi e tanto ci siamo abituati, stupiscono e sembrano fuori luogo in un gioco che sfiora la perfezione come questo. Discrete invece sia le musiche che gli effetti sonori, migliorati rispetto al prequel.

    Purtroppo i difetti non si fermano certo qui: a minare il realismo verso il quale tende il gioco ci sono tutta una serie di piccole cose che non tornano, e che, considerate tutte assieme, intaccano in parte il prodotto. Forse all'inizio neppure si notano, ma col tempo si fanno sempre più evidenti e danno sicuramente fastidio.

    L'impressione è che questa volta alla Konami abbiano cercato di fare una cosa troppo grande anche per dei maestri come loro e che non gli sia perfettamente riuscita. Evidentemente simulare perfettamente la realtà è ancora prematuro in un gioco di calcio e i ragazzi del team KCET sono andati dritti a sbattere contro questo muro La prima cosa che salta agli occhi è l'enorme facilità con la quale si riesce a rubare palla. Per i poveri attaccanti è praticamente impossibile dribblare l'uomo, anche se vi trovate con un Ronaldo forza campione, ritornerai grande!

    E' veramente incredibile la facilità con la quale vi ruberà palla e non si potrà far nulla per evitarlo. Quindi i giocatori tecnici saranno veramente penalizzati nel gioco, a discapito di quelli veloci, in quanto più che saltare l'uomo sarà importante riuscire a sfuggirgli. In secondo luogo, come si diceva prima, l'azione di gioco è stata volutamente rallentata, e fin qui nulla di male, ma alcuni dubbi sorgono vedendo la lentezza dei giocatori nella risposta ai comandi.

    Qui è grande l'incertezza se si sia voluta ricreare una fisica reale, nella quale i calciatori non si possono fermare di colpo o cambiare direzione repentinamente o, piuttosto, se siano sottoposti a tutte una serie di animazioni preordinate, che li rendono meno reattivi ai comandi. Ma la cosa che più lascia esterrefatti, in un titolo di questa caratura, è la pochezza dell'intelligenza artificiale dei nostri compagni.

    Videogames,videogames e ancora videogames! Recensioni,articoli e tanto altro!

    Aspettano sempre la palla, con il risultato di farsi spesso anticipare, non fanno movimento neanche a pagarli e le poche volte che si lanciano in uno scatto non si fermano più finendo in fuorigioco o mettendosi nell'impossibilità di essere serviti. Talvolta discutibili, poi, le decisioni della CPU nell'assegnare l'uomo da usare in determinati momenti. Capiterà sempre che venga assegnato il calciatore più vicino alla palla, anche se magari è dietro all'attaccante avversario, mentre sarebbe molto più comodo far chiudere in diagonale un altro giocatore.

    Tutte queste pecche finiscono con limitare il senso di realismo che il gioco vorrebbe infondere e fanno spesso sentire impotenti, ma, sia chiaro, non riescono a far scendere la considerazione e il divertimento che questo titolo sa offrire. Danno sicuramente fastidio, ma, una volta accettate, si riusciranno a sopportare tanto più che durante le partite contro avversari umani si fanno meno evidenti.

    Il livello di difficoltà, infatti, è sicuramente alto e il vero problema non è tanto vincere, in quanto scegliendo squadre forti si riesce anche a segnare con discreta facilità, quanto giocare bene. Come nel calcio vero, e qui esce la componente simulativa, la vera difficoltà sta nell'attuare un bel gioco e nel riuscire a sopraffare l'avversario anche nella qualità. Se ci si riesce risulta davvero divertente, ma all'inizio si dovranno giocare delle partite combattute soprattutto a centrocampo, nella quali le azioni pericolose saranno davvero poche.

    Ora, fino a che punto è bella la simulazione? Sarebbe davvero divertente se in un gioco di calcio totalmente simulativo capitassero anche partite, come nella realtà, praticamente inguardabili?

    Le 7 cose che non ricordi di Pro Evolution Soccer

    Installa L'aggiornamento v4. Saranno necessari circa 1,6 GB di spazio sul dispositivo per installarlo, quindi accertati di averne a sufficienza prima di avviare il download. Per via delle dimensioni considerevoli del file, ti consigliamo caldamente di collegarti a una rete Wi-Fi per effettuare il download.

    Inoltre, alcuni utenti ci hanno segnalato che Google Play non mostra sempre la dimensione corretta del file da scaricare.

    PES 2020: Guida e trucchi per vincere nel gioco di calcio Konami

    Se il file non verrà scaricato del tutto, infatti, non potrai avviare il gioco. Inoltre, non riuscirai a completare l'aggiornamento se lo spazio libero sul dispositivo risulterà insufficiente per l'installazione. In particolare, il tasto dorsale dedicato allo scatto è essenziale.

    Tralasciando questo, la demo parla chiaro: l'aspetto più curato di PES3 è indubbiamente la ricostruzione delle varie fasi che compongono un'azione di gioco.

    Scordiamoci dunque la sequenza di azioni spettacolari, prerogativa della serie Fifa, e prepariamoci ad impostare la nostra azione, passaggio per passaggio, metro per metro, imparando a conoscere le caratteristiche migliori dei nostri giocatori ed i punti deboli degli avversari.

    Non è possibile descrivere in poche parole il valore del lavoro eseguito da Konami, se siete appassionati di calcio vi basterà sapere che in PES3 nulla è lasciato al caso e lo scatto del giocatore più veloce non vi porterà mai da soli davanti alla porta dopo una discesa di cinquanta lunghissimi metri. Dulcis in fundo, la fisica del pallone è curatissima: sembra di assistere ad una partita di calcio. Insomma, la partita tra Fifa e PES3, stando alle demo pubblicate, si giocherà sul realismo e la credibilità della simulazione.

    PES3 non è un gioco facile e sconfiggere la CPU nella demo è tutt'altro che una passeggiata, ma non disperate: i cinque diversi livelli di difficoltà vi aiuteranno a crescere. Nel caso ci fosse qualche utente PlayStation 2 in ascolto, è da segnalare che la velocità di gioco è superiore rispetto alla versione della console Sony ed aumenta esponenzialmente a seconda della potenza del PC a vostra disposizione: inutile dire che si tratta solamente di una demo e che, ragionevolmente, la velocità dell'azione verrà fissata prima della pubblicazione del gioco.


    Articoli popolari: